Cittanova / Patrimonio Culturale /

I dipinti sacrali

Autore sconosciuto, La Vergine con S. Massimo e S. Pelagio
Chiesa di S. Pelagio e di S. Massimo
Olio su tela

La scimitarra d'altare si trova sull'altare a sudest della chiesa parrocchiale. A dispetto dei danni subiti, rimane riscontrabile la qualita' del dipinto d'autore ignoto, maestro di provenienza veneziana di fine XVI secolo. La scimitarra d'altare viene nominata dal vescovo di Cittanova Tommasini verso la meta' del XVII sec. come prezioso dipinto di Scuola veneziana. Don Luigi Parentin, in base a dati dell'archivio vescovile di Cittanova, annota che il dipinto fu danneggiato durante l'invasione dei turchi (1678). Il vescovo d'allora Gabrielli non ha permesso che il quadro venisse restaurato da un pittore parroco, volendo per il lavoro, un pittore di fama. Il quadro fu restaurato appena verso il 1784 a voler del vescovo Bozzantitni, il quale commissiono' il lavoro a Gaetano Zampini. Alla fine del secolo scorso sono stati eseguiti sul quadro dei ritocchi e ridipinti alquanto maldestri i quali hanno sminuito il suo valore.


Carlo Alvise Fabris, San Carlo, Santa Lucia e Sant'Antonio abate, 1776
Chiesa di S. Pelagio e di S. Massimo
Olio su tela

La scimitarra dell'altare fa parte della composizione dell'altare a sud-occidente della chiesa parrocchiale e rappresenta la usuale scena tipica del Settecento: La sacra conversazione. Il dipinto e' un omaggio dell'omonima confraternita cittanovese alla chiesa parrocchiale. Il pittore Carlo Alvise Fabris appartiene a quella cerchia di pittori i quali operavano su commissione in una delle numerose fucine di veneziana provenienza, nella seconda meta' del XVIII sec. Il dipinto S. Carlo, S. Lucia e S. Antonio abate fanno parte del corpo di pittura barocca sacra dell'area nord-adriatica la quale non ha nulla da invidiare alle correnti stilistiche dello stesso periodo della cerchia culturale mitteleuropea. La scimitarra d'altare e' stata restaurata nell'anno 1997 nelle stanze dell'Istituto di restaurazione croato di Zagabria.


Nicolo' Viezzoli, S. Pietro, S. Agata e S. Massimo
Chiesa di S. Pelagio e di S. Massimo
Olio su tela

La scimitarra d'altare si trova sull'altare a nordest della chiesa parrocchiale. Non abbiamo alcuna informazione riguardo il suo autore. Si suppone che il dipinto fu eseguito verso la fine del XVIII secolo e che sia di provenienza locale. Verso l'inizio del XX sec. sono state eseguite delle piccole restaurazioni.


Autore ignoto, Il ritratto del vescovo Giacomo Filippo Tommasini
Chiesa di S. Pelagio e di S. Massimo
Olio su tela

Nella chiesa parrocchiale e' custodita una serie composta da una trentina di ritratti di vescovi. Ogni ritratto porta il nome del vescovo e il tempo del suo servizio a Cittanova. I ritratti non hanno valore artistico, bensi' quello storico- documentario. La serie di ritratti dei vescovi e' nata grazie alla commissione fatta dal vescovo Gabrielli nell'anno 1712.
 
 

Termini d'uso | Protezione della privacy | Impressum | RSS

Copyright © 2011 Grad Novigrad | La Citta' di Cittanova.