Notizie

Sabato, 14 dicembre, si è tenuta la 22-esima seduta del Consiglio cittadino

18.12.2019. /// Notizie / Consiglio cittadino
Sabato, 14 dicembre, ha avuto luogo la 22-esima seduta del Consiglio cittadino. In tale occasione è stata approvata la proposta di bilancio della Città di Novigrad-Cittanova per il 2020, con i relativi programmi dei fabbisogni pubblici nell’ambito sociale e comunale. Durante la seduta è stata approvata la proiezione di bilancio per il 2021 ed il 2022, nonché la Delibera sull’esecuzione del bilancio. Il bilancio per il 2020 ammonta a 76.337.928 kune. Si tratta di una proposta di bilancio che durante la precedente seduta del Consiglio ha superato la "prima lettura" e che ha subito un emendamento accettato dai consiglieri, che è stato proposto dal consigliere Mate Gavrić (Lista dei candidati del gruppo elettorale). Su sua proposta, la voce di bilancio prevista per la sistemazione dei parchi e dei campi da gioco, nell’ambito della quale sono previste l’ulteriore sistemazione del parco nell’abitato di Vidal e del nuovo parco gioco per bambini a Carpignano, è stata aumentata di 100.000 kune, mentre ha subito una riduzione dello stesso valore di 100.000 kune la voce di bilancio prevista per la costruzione di aree ad uso pubblico, ovvero per la sistemazione di Mareda.

Sono state inoltre approvate le modifiche del bilancio per il 2019, con le corrispondenti modifiche e integrazioni al Programma dei fabbisogni pubblici nei servizi sociali e comunali. L'importo del bilancio di quest'anno è stato ridotto da 74.639.446 a 56.677.499 kune. La riduzione è principalmente dovuta al taglio dei fondi destinati alla ricostruzione della sala del cinema e alla modernizzazione dell'illuminazione pubblica, investimenti che non sono stati realizzati nel corso di quest'anno e che sono pertanto stati inclusi nel bilancio per il 2020.

È stato concesso il sostegno alla firma della lettera di intenti tra il Comune di Pirano e la Città di Novigrad-Cittanova, avente per fine la presentazione della candidatura per il titolo di Capitale europea della cultura. Infatti, il Comune di Pirano, insieme ai Comuni partner di Capodistria, Isola e Ancarano, sta presentando la sua candidatura per il titolo di Capitale europea della cultura nel 2025, in qualità di rappresentante della Slovenia. La candidatura, che porta il nome di “Piran-Pirano 4 Istria 2025” si basa sulla cooperazione transfrontaliera e interregionale nel campo della cultura. La firma della lettera di intenti viene quindi proposta anche alle città istriane situate entro la parte croata della penisola - Cittanova, Buie, Umago, Parenzo, Rovigno, Dignano e Pola, oltre alla Regione istriana. Successivamente, a condizione che la candidatura venga accettata, verranno definite più precisamente le attività congiunte con i firmatari della lettera di intenti.

È stata accettata la proposta sui nuovi membri della commissione per la valutazione dei danni provocati dalle catastrofi naturali nella città di Novigrad-Cittanova. A far parte della commissione sono Alen Luk, Leonardo Palčić, Marko Risonjić e Ladislav Liović.

Sono state approvate le proposte del Programma per l’utilizzo dei fondi derivanti dalla cessione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia sul territorio della Città di Novigrad-Cittanova per il 2019 e il 2020. All'inizio del 2018 è entrata in vigore la Legge sui terreni agricoli, che stabilisce che le unità di autogoverno locale sono obbligate ad adottare un programma per l'utilizzo dei fondi ottenuti dalla locazione, dalla vendita, dalla vendita mediante contratto diretto e dalla cessione in uso per contratto diretto di terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia, con l’obbligo di presentare ogni anno al Ministero dell'Agricoltura, entro il 31 marzo, una relazione annuale sull'attuazione del programma nel corso dell’anno precedente. I fondi così generati rappresentano entrate del bilancio statale (25%), del bilancio dell'unità di autogoverno regionale (10%) e del bilancio dell'unità di autogoverno locale entro il cui territorio è situato il terreno agricolo (65%). Questi fondi sono rigorosamente assegnati a scopi specifici e devono essere utilizzati esclusivamente per gli scopi previsti dalla legge. Su questa base, è stata realizzata una proposta del Programma per l’utilizzo dei fondi derivanti dalla cessione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia sul territorio della Città di Novigrad-Cittanova per il 2019, con il quale è stata prevista la generazione di entrate per un importo totale di 348.000 kune, mentre nello stesso programma per l'anno 2020 le entrate previste ammontano a 320.000 kune. Tali fondi verranno utilizzati per la difesa delle piante, per la potatura delle piantagioni, per la manutenzione delle strade di accesso, per i programmi di sostegno per l'agricoltura e per lo sviluppo rurale entro l'area della Città di Novigrad-Cittanova, per la documentazione necessaria all'adozione del Programma per la gestione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia, per il Fondo per lo sviluppo dell'agricoltura e dell'agriturismo della Regione istriana e per il Gruppo di azione locale Istria settentrionale.

È stata accettata la proposta della Delibera sulle osservazioni e le proposte inerenti alla proposta del Programma per la gestione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia sul territorio della Città di Novigrad-Cittanova. In base al Parere che è stato rilasciato dal Ministero dell'Agricoltura, la Città di Novigrad-Cittanova ha annullato l’iniziale Decisione sull’adozione del Programma per la gestione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia sul territorio della Città di Novigrad-Cittanova e ha nuovamente condotto la procedura di consultazione con il pubblico per la proposta del Programma. La procedura di consultazione con il pubblico ha avuto luogo dal 13 al 28 novembre 2019. Durante tale periodo, tutti gli interessati hanno avuto la possibilità di presentare le loro osservazioni e le loro proposte in merito al Programma, che è stato pubblicato e reso disponibile al pubblico. In totale sono pervenute sei osservazioni e proposte inerenti alla proposta del Programma. Tutte le osservazioni e le proposte pervenute sono state attentamente analizzate ed elaborate. Poiché è stato valutato che tutte le osservazioni/proposte presentate hanno una base giuridica (contratti, proprietà), tutte le osservazioni e le proposte sono state accettate.

A seguito dell’avvenuta accettazione della Delibera sulle osservazioni e le proposte, è stata adottata anche la proposta della Delibera relativa all'adozione del Programma per la gestione dei terreni agricoli di proprietà della Repubblica di Croazia sul territorio della Città di Novigrad-Cittanova, nella quale sono state inserite tutte le osservazioni e le proposte ricevute durante la consultazione con il pubblico.

È stata adottata la Delibera sulla selezione dell'offerta più favorevole per l'acquisto del bene immobile indicato come p.c.num. 2300, c.c. di Cittanova. Si tratta di una casa nella zona di Rivarella, dalle dimensioni di 77 metri quadrati, con l’annesso cortile dalla superficie di 74 metri quadrati. Il prezzo iniziale, indicato nel testo del bando, era di 860.000 kune. Nell’ambito del concorso, sono state ricevute quattro offerte. Tutte le offerte ricevute sono regolari ed è stata accettata l'offerta con il prezzo più alto, presentata dall'offerente Pelagius Novigrad d.o.o. di Cittanova, che per il bene in oggetto ha offerto il prezzo di 2.325.000 kune.
Su proposta del sindaco, l'ordine del giorno della seduta è stato integrato con il punto nell’ambito del quale è stata accettata la Delibera sull'acquisto di beni immobili necessari per la costruzione di strade pubbliche di accesso. È stato approvato l’acquisto della parte del bene immobile in comproprietà per la p.c.num. 1388/3, c.c. di Cittanova, di parte di un edificio di 164 m2 e di un cortile di 337 m2, situati entro il territorio compreso dal Piano dettagliato di Saini, in comproprietà di Kolj Dedaj (parte di comproprietà di 330/569), al prezzo di 573.000 kune. Inoltre, con la stessa delibera è stata inoltre approvato l'acquisto dei beni immobili di proprietà di Darinka Ljubanović, le p.c.num. 2544/1 e 2544/2 c.c. di Cittanova, situati entro il territorio compreso dal Piano urbanistico di Bikoker. Tali proprietà verranno acquistate al prezzo di 342.300 kune.

Sono state adottate le modifiche e le integrazioni all’attuale Delibera sulle modalità di svolgimento del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti comunali misti e dei rifiuti biodegradabili. A metà settembre di quest'anno è entrato in vigore il Decreto sulle modifiche e integrazioni del Decreto sulla gestione dei rifiuti comunali, per cui la Delibera cittadina attualmente in vigore, con le modifiche e integrazioni in oggetto, viene allineata al nuovo Decreto. Tra le altre cose, il nuovo Decreto prevede l'obbligo, per le unità di autogoverno locale, di determinare l'importo del servizio pubblico minimo obbligatorio per ogni specifica categoria di utenti, come anche il metodo di calcolo e di determinazione di tale prezzo. La Delibera deve definire le categorie di utenti del servizio pubblico: I categoria - case residenziali, nella quale rientrano gli utenti che utilizzano il bene immobile per il soggiorno (permanente o occasionale) e II categoria, che comprende gli utenti che svolgono attività e che si divide in ulteriori sette sottocategorie, in base alle attività svolte, con la dettagliata specificazione delle sottocategorie riguardanti le strutture ricettive. In base alla classificazione degli utenti nella Delibera dell’unità di autogoverno locale, per ciascuna sottocategoria di utenti, deve venir determinato il prezzo del servizio pubblico minimo obbligatorio, che viene pagato in tutti i periodi contabili, indipendentemente dall'uso del servizio pubblico. La Delibera stabilisce inoltre che il prezzo del servizio pubblico minimo obbligatorio è unico nell'ambito della prestazione di servizi per la categoria delle case residenziali e per gli utenti che appartengono alla stessa sottocategoria nell’ambito della categoria di utenti che non comprende le case residenziali. Inoltre, la Delibera definisce le sanzioni contrattuali, stabilendo il limite massimo per l’importo della sanzione contrattuale, pari all’importo del prezzo annuale del servizio pubblico minimo obbligatorio per la categoria di utenti in cui è classificato l’utente che viene sanzionato. È stato inoltre necessario modificare le disposizioni relative agli obblighi del fornitore del servizio pubblico, in modo tale che esso abbia l’obbligo di indicare sulla fattura per il servizio pubblico tutti gli elementi in base dei quali è stato effettuato il calcolo del prezzo.

È stato adottato il Piano urbanistico "Saini Sud I", realizzato dalla società Urbis d.o.o. di Pola, in coordinamento con il responsabile del progetto, l’Assessorato per il sistema comunale, l’assetto territoriale e la tutela ambientale della Città di Novigrad-Cittanova. Il piano riguarda l'area che con il Piano regolatore della Città di Novigrad-Cittanova è stata definita come zona edificabile dell’abitato, per la maggior parte facente parte della sezione non edificata della zona edificabile dell’abitato di Saini. L’area compresa dal Piano è di circa 11,87 ettari.

È stata adottata una nuova Delibera sulle imposte cittadine della Città di Novigrad-Cittanova, revisionata secondo le istruzioni del Ministero delle finanze che invitano le unità di autogoverno locale ad armonizzare le rispettive delibere che disciplinano il pagamento delle spettanze locali. Nella proposta della nuova Delibera vengono cancellate le disposizioni che rimandano ad atti di rango giuridico superiore: il Diritto sulle imposte locali e il Diritto tributario generale. I tipi di tasse locali della Città di Novigrad- Cittanova, le aliquote e gli importi, non sono cambiati. La nuova delibera si applica a partire dal 1° gennaio 2020. La procedura di consultazione con il pubblico interessato per la nuova Delibera è stata condotta dal 2 al 10 dicembre di quest'anno.

È stata accettata la nomina di Morena Moferdin a direttrice della Biblioteca civica Novigrad-Cittanova per un nuovo mandato dalla durata di quattro anni, a seguito della procedura di concorso che è stata portata a termine. La carica di direttrice è finora stata ricoperta dalla stessa Moferdin.

È stata accettata la nomina di Mirjana Andrilović a direttrice della Scuola materna Tičići per un nuovo mandato dalla durata di quattro anni, a seguito della procedura di concorso che è stata portata a termine. La carica di direttrice è finora stata ricoperta dalla stessa Andrilović.
Oltre alla nomina, è stata adottata anche la conclusione del Consiglio cittadino che obbliga il sindaco a effettuare una valutazione della situazione presso la Scuola materna Tičići, a proporre misure concrete per il risolvimento dei problemi identificati e per il miglioramento del lavoro, con l’annesso obbligo di informare il Consiglio cittadino sulle azioni intraprese entro il 1° marzo 2020. Tutto ciò risulta necessario visti i reclami ricevuti e viste le difficoltà presenti nel lavoro della Scuola materna Tičići, con speciale riferimento alle relazioni tra i dipendenti, alle difficoltà di comunicazione e all’insoddisfazione espressa da una parte dei genitori.
 

 
 

Termini d'uso | Protezione della privacy | Impressum | RSS

Copyright © 2011 Grad Novigrad | La Citta' di Cittanova.