Notizie

Il Pronto soccorso ai tempi del coronavirus - Giornata mondiale del pronto soccorso

11.09.2020. /// Notizie
Il 12 settembre segna la Giornata mondiale del pronto soccorso. Negli ultimi anni, cittadini e volontari si sono abituati alle molte attività con cui la Società cittadina della Croce Rossa di Buie celebrava questo giorno estremamente importante per noi. Purtroppo, a causa della pandemia del coronvirus, quest'anno sono stati costretti a rinviare tutte le attività programmate. L'unica attività sarà la formazione di squadre di pronto soccorso in condizioni epidemiologicamente controllate. Inoltre, queste squadre hanno recentemente avuto la licenza tramite la formazione internazionale ITLS, tenutasi a febbraio di quest'anno.

Il comunicato della Croce Rossa del Buiese in occasione della Giornata mondiale del pronto soccorso afferma quanto segue:

A causa della pandemia del coronavirus e delle difficoltà nell'organizzazione delle attività, principalmente nelle scuole, la Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e il Centro di riferimento globale di pronto soccorso, hanno deciso di posticipare il tema pianificato "Pronto soccorso a scuola" per la Giornata mondiale del pronto soccorso 2020.

Tutti i materiali, i volantini didattici e gli studi già prodotti saranno utilizzati nuovamente per la prossima campagna nel 2021. Il tema di quest'anno è quindi dedicato alle attività legate al Covid 19.

Siamo in un momento in cui le organizzazioni umanitarie sono ad un determinato punto di svolta. È necessario creare e sviluppare nuovi approcci per rafforzare le comunità in futuro. Nonostante le attuali preoccupazioni globali riguardanti il COVID-19 e l'attenzione alla prevenzione, blocco della diffusione e cura, sono ancora presenti altre malattie e lesioni. Un pronto soccorso tempestivo e adeguato può prevenire il sovraccarico del sistema sanitario.

La crisi attuale sta interessando corsi di pronto soccorso sia per docenti che per volontari, molti corsi o laboratori sono stati rinviati o ridotti di numero. È estremamente importante che le società della Croce Rossa che gestiscono i corsi applichino tutte le misure consigliate per prevenire la diffusione del coronavirus e condividano le informazioni sulle misure preventive soprattutto a causa delle molte fake news a cui siamo tutti esposti.

Le società della Croce Rossa devono considerare e scegliere le migliori modalità di comunicazione per trasmettere le informazioni a seconda delle circostanze e delle persone a cui si rivolgono, rispettando le linee guida e i gruppi target (bambini, giovani, genitori, insegnanti (professori), anziani). Occorre prestare attenzione al contenuto e alla modalità d’insegnamento per quanto riguarda età, sesso, etnia e disabilità, utilizzare i media digitali per trasmettere informazioni e includere messaggi per prevenire la diffusione del coronavirus. Ci sono solo poche modifiche agli attuali protocolli di pronto soccorso raccomandati, la maggior parte dei quali riguarda la prevenzione o la riduzione al minimo del rischio di trasmissione del virus.

Il COVID-19 è la più grande crisi del mondo negli ultimi anni, migliaia di vite sono andate perse e l'economia mondiale rischia di affrontare la sua peggiore recessione dagli anni Trenta. Ciò ha comportato perdite di posti di lavoro e di reddito per molte persone, il che ha danneggiato la salute e lo sviluppo sostenibile. Tra febbraio 2020 e giugno 2020, c'è stata una significativa riduzione dell'accesso alle cure mediche e della possibilità di tenere corsi di formazione di pronto soccorso. Le persone continuano a farsi male e si ammalano, tuttavia, oggi molti esitano a chiamare i servizi di emergenza o non vogliono andare in ospedale per paura di essere esposti al contagio da coronavirus. Le persone che non hanno conoscenze di pronto soccorso, accedono inutilmente a cure mediche professionali, aumentando così il rischio di esposizione al virus e gravano sul sistema sanitario. I servizi di emergenza e gli ospedali (ad esempio nelle grandi città) possono essere sovraccapacitati, il che porta nuovamente a ritardi nelle cure.

Messaggi chiave:
Diffondi i fatti, non la paura. #SpreadFactsNotFear
Nella formazione di pronto soccorso includere raccomandazioni per la prevenzione del coronavirus.
La Giornata mondiale del pronto soccorso è anche un'opportunità per mostrare la nostra reciproca gratitudine ai 13 milioni di volontari per il loro eccezionale impegno verso l'obiettivo umanitario e i nostri principi fondamentali, per ringraziarli per la loro gentilezza, coraggio e altruismo.
 

 
 

Termini d'uso | Protezione della privacy | Dichiarazione di accessibilità | Impressum | RSS

Copyright © 2011 Grad Novigrad | La Citta' di Cittanova.