Notizie

Confermata l’amizicia tra Novigrad-Cittanova, Sacile e La Réole

07.10.2019. /// Notizie / Il sindaco / Informazioni comunali
Sabato scorso, Cittanova ha ospitato un centinaio di rappresentanti di due città gemellate: la città italiana di Sacile e quella francese di La Réole.

I rappresentanti delle città gemellate, guidati dai rispettivi sindaci, sono arrivati a Cittanova in autobus nel corso della mattinata. Gli ospitanti li hanno accolti davanti alla palestra sportiva di Cittanova, dove, in segno di benvenuto, è stata organizzata una vera "merenda istriana" con le prelibatezze autoctone e i vini dei viticoltori locali, il tutto accompagnato da un fisarmonicista, cui è spettato il compito di rallegrare l’atmosfera. Oltre al sindaco di Cittanova, ai suoi collaboratori e ai membri del Consiglio cittadino, ad accogliere gli ospiti delle città amiche sono stati anche i rappresentanti delle istituzioni cittadine, i membri dell’Associazione dei Vigili del fuoco volontari Neapolis e altri cittadini e cittadine di Cittanova, in primo luogo quelli che hanno già partecipato alle visite tenutesi in precedenza tra le tre città amiche.

Nelle immediate vicinanze della palestra sportiva, sulla superficie verde del Parco Europa, subito accanto alla scultura in pietra “Prsta” (Dita) dell’autore Đanino Božić, sono stati messi a dimora tre alberi che simboleggiano l’amicizia tra le tre città. Il compito di piantare gli alberi è spettato simbolicamente ai sindaci delle rispettive città amiche – all’ospitante Anteo Milos, a Carlo Spagnol (Sacile) e a Bruno Marty (La Réole).

Gli ospiti sono quindi stati portati in centro città con il treno turistico, dove si è svolta la cerimonia solenne per la conferma formale del gemellaggio. Nella loggia cittadina si è tenuta la cerimonia di protocollo entro la quale, mediante la firma delle Carte di gemellaggio, i sindaci hanno ufficialmente confermato l’amicizia tra la Città di Novigrad – Cittanova e le città di Sacile e La Réole, dopo che tali Carte sono già state firmate nel 2015 in queste due città. La firma delle Carte è stata preceduta dai discorsi di circostanza dei presidenti dei Comitati di gemellaggio delle tre città: Alen Luk (Novigrad-Cittanova), Bernadette Cousin (La Réole) e Chiarre Mutton (Sacile). I sindaci si sono quindi rivolti ai presenti. Tutti e tre hanno espresso la loro soddisfazione per l'amicizia di lunga data tra le loro città, che, grazie alle Carte appena firmate, è stata trasmessa anche ai cittadini delle tre città interessate.

“Sono convinto che in questo momento stiamo condividendo un senso di felicità e di orgoglio per il fatto che le nostre amicizie durino da anni, che non si tratti solo di “parole su carta", ma di amicizie che si sono evolute nel tempo tra le nostre città e i nostri concittadini attraverso vari progetti europei e tramite la cooperazione tra le istituzioni pubbliche e le associazioni. Condivido con voi la gioia per il fatto che questa amicizia sia stata accettata anche da parte dei nostri più giovani concittadini, ovvero dagli alunni delle nostre scuole elementari, il che garantisce che continueremo a crescere insieme e a sviluppare relazioni amichevoli anche negli anni a venire”, ha sottolineato il sindaco Milos nel suo discorso, aggiungendo: “L’esperienza di collaborare insieme ai progetti europei ha portato tutta una serie di effetti positivi, molto utili alla nostre comunità. Colgo pertanto l'occasione per ringraziare i sindaci di Sacile, Roberto Ceraolo e Carlo Spagnol, ed i sindaci di La Réole, Bernard Castagner e Bruno Marty, come anche tutti gli altri collaboratori e amici, per la proficua collaborazione che abbiamo avuto finora. Sono convinto che le conferme formali della nostra amicizia avvenute nella giornata di oggi contribuiranno ulteriormente alla fruttuosa realizzazione di nuovi progetti comuni, alla formazione di nuove collaborazioni che andranno a beneficio di tutti i membri delle nostre comunità e che contribuiranno ad unirci ulteriormente all'interno della grande famiglia europea”.

Nei loro discorsi, tutti e tre i sindaci hanno descritto l'amicizia tra le loro città quale esempio positivo e hanno fatto un appello al valore della comunità nell’ambito dell’Unione europea.

"Sono convinto che sia proprio questa l’unità europea, che non conosce i confini fisici ma unisce e avvicina le persone, un percorso che non ha alternative! Tutte le sfide che devono affrontare oggi l'Europa e il mondo, possono venir superate più facilmente e più efficacemente stando insieme, rimanendo uniti, concordando con i principi e contribuendo alla preservazione dei valori europei fondamentali! È in questo contesto che diventano molto importanti anche queste nostre amicizie cordiali, confermate anche in maniera formale, queste collaborazioni di lunga data tra le nostre città. Da questo punto di vista, stiamo inviando un messaggio chiaro e profondo: che un'Europa comunitaria, un'Europa senza "piccoli" e "grandi", un'Europa senza frontiere - è possibile! Dobbiamo continuare a testimoniare del fatto che una tale Europa non è un'utopia, che essa può e deve esistere! Prendiamoci cura di questa nostra grande ricchezza, della nostra amicizia, che oggi confermeremo ancora una volta in maniera solenne e che arricchirà e renderà più nobili le nostre città, le nostre comunità, i nostri concittadini. Grazie ancora a tutti coloro che hanno contribuito a questo, a tutti quelli che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato. È nostra responsabilità quella di continuare a coltivare e sviluppare ulteriormente questa amicizia con cuore sincero e aperto", ha concluso il Sindaco di Cittanova.

Alla fine del protocollo tenutosi nella loggia cittadina, agli ospiti è stato offerto un pranzo presso l'Hotel Aminess Maestral, cui è seguito l’incontro conviviale con gli ospitanti nell’ambito della manifestazione Park Food Fest, inoltratosi fino a sera, quando gli ospiti sono stati accompagnati alla loro partenza, avvenuta dal parcheggio della palestra sportiva.
 

 
 

Termini d'uso | Protezione della privacy | Impressum | RSS

Copyright © 2011 Grad Novigrad | La Citta' di Cittanova.