Notizie

Con lo slogan "Grazie volontari!" celebrata la Giornata mondiale della Croce Rossa

08.05.2020. /// Notizie
Oggi, 8 maggio, si celebra la Giornata mondiale della Croce rossa e della Mezzaluna rossa, in onore del fondatore di questo movimento umanitario internazionale, Henry Dunant, nato in questa data nel 1828.

La Croce Rossa Internazionale e la Mezzaluna Rossa sono la più grande e antica organizzazione umanitaria del mondo, presente con le sue attività in quasi tutti i paesi del mondo e con i suoi ideali umanitari riunisce oltre 115 milioni di membri.

Il grande significato umanitario della Croce Rossa è stato finora confermato innumerevoli volte, a tutti i livelli, dal globale al locale, e così è stato nell’ambito nell'attuale crisi della salute pubblica causata dal coronavirus e dalla pandemia della malattia COVID 19.

In occasione della loro giornata si è congratulato con membri e i volontari della Croce Rossa il sindaco di Cittanova Anteo Milos:

"Prima di tutto, approfitto di questa occasione per fare gli auguri a tutti i dipendenti, i volontari e le volontarie della Società cittadina della Croce Rossa di Buje a nome dei miei concittadini e a nome mio, per il loro giorno. Con un augurio sincero e cordiale, vorrei ringraziarli in modo particolare per l'enorme contributo che hanno dato - come organizzazione e come individui - negli ultimi due mesi, dal momento che ci siamo trovati tutti in circostanze completamente nuove e inaspettate della pandemia globale. Mille grazie a loro per l’aiuto disinteressato e il loro impegno, per aver sopportato con successo e responsabilmente il grande fardello di questa crisi di salute pubblica insieme ad altri servizi e forze operative nel sistema di protezione civile. Grazie a nome di tutti quei nostri concittadini che hanno aiutato in vari modi a risolvere i bisogni e i problemi di tutti i giorni e hanno facilitato notevolmente la loro vita in queste nuove circostanze. Sono consapevole che sono state spese molte ore di volontariato, incoraggiate da grande entusiasmo, altruismo e cura disinteressata per gli altri. I membri della Croce Rossa hanno mostrato finora queste qualità positive in innumerevoli casi e in quest'ultima situazione di crisi hanno solo dimostrato la loro prontezza e il loro impegno e confermato il loro ruolo umanitario e sociale nella nostra comunità. Ancora una volta - grazie mille!"

La Giornata della Croce Rossa di quest'anno viene celebrata con lo slogan "Grazie volontari!", Proprio allo scopo di enfatizzare con questo breve e chiaro messaggio il loro ruolo e contributo nella situazione di crisi causata dalla pandemia.

Come altre organizzazioni locali, regionali e nazionali, un ruolo importante in questa situazione è stato svolto dalla Società cittadina della Croce Rossa di Buje, responsabile dell'intera ex regione del Buiese, ovvero tre città e tre comuni. Le attività della Croce Rossa di Buje in quel periodo erano rivolte a tutti coloro che avevano bisogno dell'aiuto della Croce Rossa. Sin dall'inizio della pandemia, la Croce Rossa del Buiese ha reso disponibili tutte le risorse esistenti per rispondere alle esigenze della comunità in collaborazione con tutti gli altri servizi. Nei primi giorni della crisi, un gran numero di nuovi volontari del Buiese si è unito alla Croce Rossa oltre alla struttura di volontariato esistente, che ha mostrato ancora una volta agli abitanti di questa zona un alto grado di responsabilità sociale e umanità.

Secondo il rapporto della Società cittadina della Croce Rossa del Buiese, nel periodo dal 15 marzo al 30 aprile di quest'anno, un totale di 62 volontari della Croce Rossa della regione di Buje hanno risposto a più di 330 chiamate, fornendo telefonicamente più di 70 volte supporto psicosociale. Hanno visitato 734 famiglie e distribuito otto tonnellate di cibo, 180 pasti pronti e 200 set di igiene personale. Ai valichi di frontiera di Kaštel e Plovanija hanno distribuito 1.700 litri di acqua. Queste cifre meritano di essere menzionate, che sarebbero estremamente difficile da realizzare senza una rete di volontari, ma anche numerose donazioni. Vale anche la pena ricordare che la Croce Rossa del Buiese ha istituito una cooperazione internazionale attraverso l'iniziativa "Catena dell'umanità - Croazia-Slovenia-Italia", nell'ambito della quale è stata effettuata la distribuzione di medicinali ai cittadini dell'intera regione istriana tra questi tre paesi vicini. In totale, grazie a volontari ben organizzati, sono stati distribuiti circa 20 farmaci che non possono essere trovati nell'elenco dei farmaci nella Repubblica di Croazia. Va notato che questa iniziativa è unica in Europa, che la Croce Rossa, in quanto organizzazione umanitaria più grande del mondo, ha dimostrato ancora una volta di non conoscere confini, realizzando uno dei principi di base dell'organizzazione: l'universalità del movimento.

L'odierna Giornata della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è un'introduzione alla celebrazione della Settimana della Croce Rossa dall'8 al 15 maggio e un'occasione per congratularsi ancora una volta con tutti i membri, i volontari, i donatori di sangue volontari, i simpatizzanti, i donatori, i professionisti, ma anche i cittadini che portano in sé la vera filantropia e l'umanità.

Di seguito guarda una panoramica delle attività della Croce Rossa del Buiese durante l’epidemia del coronavirus

.
 

 
 

Termini d'uso | Protezione della privacy | Impressum | RSS

Copyright © 2011 Grad Novigrad | La Citta' di Cittanova.